fbpx
Scroll to top

Come scegliere il miglior commercialista

Il commercialista è quella figura professionale che ha il compito fondamentale di aiutarvi nello svolgimento della vostra attività imprenditoriale, non soltanto occupandosi degli adempimenti fiscali o amministrativi, anzi può essere determinante anche nella crescita del vostro business. Il commercialista è dunque un soggetto dalle comprovate competenze professionali, che ha maturato esperienza nella gestione contabile e finanziaria delle imprese.
Scegliere il commercialista non è così semplice come può sembrare, visto che ricopre un ruolo cardine per chi ha una partita IVA o esercita un’attività di impresa, quindi come si può individuare quello giusto? Ecco alcuni consigli per trovare il commercialista perfetto per la vostra attività imprenditoriale.

Valutare le competenze professionali

Quando bisogna identificare la persona giusta per aiutarvi nella gestione contabile e fiscale dell’impresa è importante, in primis, valutare quali siano le sue capacità professionali, in questo modo eliminerete tutti coloro che non hanno le competenze necessarie che a voi servono. Ad esempio, se la vostra azienda ha un numero abbastanza elevato di dipendenti, sarà opportuno scegliere un commercialista che sia esperto in consulenza del lavoro, che sia in grado di occuparsi delle buste paghe e di tutto quello che riguarda la contrattazione collettiva e individuale. La valutazione delle competenze del commercialista dipende soprattutto dal tipo di attività che gestite e quali mansioni volete delegargli (consulenza fiscale, gestione delle normali attività di impresa, stesura di bilanci e di piani finanziari, ecc.).

La fiducia e il carattere del commercialista

Dopo aver valutato nel dettaglio le competenze professionali del commercialista, sarà necessario approfondire la sua conoscenza a livello abbastanza personale. Il commercialista deve essere una persona di fiducia con cui stabilire un rapporto di lavoro improntato al rispetto e alla stima reciproca, ma bisogna ricercare anche qualcosa in più. Il commercialista, può essere accomunato con la figura del confessore, visto che si occuperà dei vostri affari personali e deve essere degno di tale fiducia. Tra le competenze personali che deve avere un buon commercialista, bisogna assolutamente menzionare la riservatezza e la disponibilità nei confronti del cliente. Con il commercialista bisogna creare un feeling, quindi eliminate chi non vi ispira fiducia o che si trincera dietro tecnicismi e paroloni, ma preferite qualcuno che sia sempre disposto a essere chiaro, schietto e che vi sappia consigliare in qualsiasi occasione.

Affidatevi al passaparola e ai consigli degli amici

Per individuare il commercialista di fiducia, potete decidere di chiedere consiglio ai vostri amici e parenti o a imprenditori che operano nel vostro settore, in questo modo avrete una rosa di nomi tra cui scegliere. Se non avete ancora individuato quello giusto tra i nomi segnalati dai vostri conoscenti, potrete anche decidere di affidarvi ad un grosso studio di commercialisti, dove operano professionisti specializzati in altri settori. Grazie ad internet, vi sono molte recensioni riguardo gli studi di commercialisti, selezionate quelli che hanno ottenuto il punteggio più alto o che contengono opinioni dei clienti dettagliate e complete. Vi consigliamo in ogni caso di evitare di affidarvi ad un commercialista che solo pareri ottimi, potrebbero essere delle recensioni pilotate e in ogni caso prima di assumerlo, ricercate maggiori informazioni tramite il passaparola o le associazioni di categoria.

Vicinanza con la vostra attività lavorativa

Sembra scontato, ma nella scelta del giusto commercialista, bisogna tener conto anche della distanza tra il vostro domicilio o sede dell’impresa e il suo studio, visto che avrete bisogno di incontrarlo diverse volte al mese o addirittura a settimana. È sempre consigliabile assumere un commercialista che abbia lo studio nella vostra stessa città e se abitate in un centro abbastanza grande, che sia facilmente raggiungibile con l’auto o con i mezzi pubblici.

Un commercialista “moderno”

Negli ultimi anni, sono nettamente cambiate le modalità con cui si gestiscono le fatture, gli adempimenti fiscali e amministrativi e si gestiscono i rapporti lavorativi, per questo è importante che il vostro commercialista sia al passo con i tempi. Il commercialista “moderno” è in grado di utilizzare i principali canali di comunicazione digitale (e-mail, chat, conference call, videochiamata, ecc.), ha buone conoscenze informatiche e gestisce il lavoro con i principali software aziendali, in particolare quelli per le fatture in cloud. Al contrario, un commercialista ancorato all’uso dei mezzi di comunicazione tradizionali non sarà in grado di gestire in maniera efficiente i vostri affari.

Tempestività e disponibilità

Un buon commercialista è colui che vi informa in maniera tempestiva degli adempimenti fiscali o amministrativi, che vi segnala le scadenze e che non vi fa attendere diversi giorni per l’emissione di una fattura o per l’invio delle buste paga. La tempestività è una delle caratteristiche fondamentali che deve possedere un commercialista, seconda sola alla disponibilità. Il professionista a cui affiderete la gestione dei vostri affari, dovrà essere disponibile anche durante i fine settimana o fuori dall’orario lavorativo, solo così potrà esservi d’aiuto in caso di problemi da risolvere immediatamente. Molti commercialisti non rispondono al telefono dopo l’orario di lavoro, il nostro consiglio è invece di scegliere qualcuno che vi offre la disponibilità anche in orari non consoni.

Non considerate solo i costi

Quando si è alla ricerca di un nuovo commercialista, un fattore che può far pendere l’ago della bilancia è sicuramente il costo per le sue prestazioni. Molti commercialisti offrono prezzi scontati per svolgere diverse mansioni, queste “offerte” dovrebbero farvi diffidare, visto che una maggiore professionalità deve essere adeguatamente ripagata. Il costo basso di un commercialista può dipendere anche dall’inesperienza o dalla mancanza di clienti, quindi non sempre i prezzi bassi sono sintomo di scarsa qualità. Il nostro consiglio è di richiedere diversi preventivi e di scegliere i commercialisti che vi richiedono onorari nella media o abbastanza alti.

In conclusione, scegliere il commercialista può essere sempre complicato e non è detto che troverete subito quello che si adatta alle vostre esigenze, il nostro consiglio è di affidarvi all’esperienza di conoscenti o familiari o in alternativa al vostro intuito.

Correlati