fbpx
Scroll to top

Gli aspetti fondamentali da considerare quando si cerca un socio

Quando si valuta l’apertura o l’estensione di una propria attività, i pensieri e i dubbi sono ovviamente innumerevoli.

Questo stato d’animo, naturalmente, si accompagna alla soddisfazione personale che un passo del genere implica.
Avere un’azienda significa farsi carico di responsabilità, obblighi e molto, molto lavoro.

Pertanto, un’eventualità da considerare è quella di optare per l’integrazione di un socio in affari.

Ma, quali aspetti bisogna valutare per sceglierlo bene?

Diciamolo, trovare un socio non è un compito semplice.
L’idea che sia “per sempre”, alla stregua di un matrimonio, o il timore che si riveli qualcosa di diverso da ciò che si pensava intimorirebbe chiunque.

Eppure, è possibile delineare un piccolo profilo in grado di guidarvi nella scelta, così da evitare più possibile problemi ed eventuali delusioni.

Siamo sicuri che serve un socio?

Innanzitutto, è indispensabile definire il perché.

Perché necessitiamo di un socio?
Abbiamo bisogno di un supporto finanziario o di un aiuto operativo?
Vogliamo che lavori accanto a noi oppure è possibile collaborare a distanza, tramite internet?

Rispondere a queste domande vi aiuterà a prendere una direzione precisa nella scelta, escludendo certi profili a vantaggio di altri.

Quali caratteristiche deve avere il “socio ideale” ?

Veniamo ora alle caratteristiche da valutare attentamente e sulle quali riflettere nei possibili candidati.

L’affidabilità

Il primo aspetto da considerare è la sua integrità. “Le basi” ci verrebbe da dire.
Eppure, non è una cosa scontata.

È indispensabile potersi affidare al proprio socio e avere la certezza che lui stia lavorando con la massima professionalità e onestà, per conseguire gli obiettivi condivisi.
Un business di successo non può prescindere dalla fiducia.

L’ideale, per esser certi di procedere con il giusto candidato, è di metterlo alla prova con un progetto veloce sul quale lavorerete insieme, in modo da valutarne la serietà e la puntualità. Sicuramente, anche la fase di trattativa darà informazioni utili sull’atteggiamento del potenziale socio dal punto di vista umano e professionale, ma finché non ci lavorerete concretamente rimarrete con molte aree oscure.

La condivisione della vision aziendale

Nella scelta del proprio socio in affari è bene valutare quali siano le sue aspettative future.
È necessario infatti essere allineati su quella che è la meta dell’azienda, altrimenti un’incompatibilità di questo genere produrrà unicamente fratture insanabili, pronte ad emergere nei momenti più complessi.

Ci sono imprenditori, per esempio, che costruiscono un’attività pensando che sarà la loro occupazione per tutta una vita, altri che passano di progetto in progetto e, dopo aver avviato un business lo rivendono al miglior offerente in cerca di nuovi stimoli.
L’attaccamento alla causa e al progetto deve essere condiviso da tutti i soci, in egual misura, affinché non manchi mai la spinta per raggiungere i traguardi più ambiti.

La definizione del ruolo

Un fattore importante è una chiara definizione dei ruoli che saranno assunti in azienda, andando a proiettare nel futuro quali saranno le possibili implicazioni di eventuali cambi di rotta.

La persona che state cercando assumerà un ruolo preciso nella vostra azienda, se non l’avete ancora deciso fermatevi subito e mettetevi, foglio alla mano, a riflettere su questo aspetto.

Non di meno dovete tenere in considerazione, coinvolgendo la risorsa in questione, che questo ruolo nel tempo potrebbe stargli stretto, tanto più se lo stesso non ne ha esperienza diretta e quindi potrebbe avere un’idea errata di ciò che il compito effettivamente andrà a richiedergli.

Proiettatevi insieme nel futuro e cercate di valutare l’idea che in un futuro questo ruolo potrebbe venir meno o potreste essere obbligati a passarlo a terze parti o a esternalizzarlo.

Cosa implicherebbe per la vostra azienda?

Complementarietà delle figure coinvolte

Potrà sembrare strano ma è indispensabile che anche caratterialmente ci sia una forte diversità, che determini una sorta di bilanciamento.
Se siete delle persone molto riservate e timide, il vostro compagno di impresa dovrà essere socievole e spigliato.

Tra due soci, in poche parole, è indispensabile una certa sinergia di intenti e temperamento: certamente il clima lavorativo ne trarrà giovamento.

Avere punti di vista diversi, inoltre, sarà costruttivo e darà grandi frutti in termini di creatività: in azienda infatti non mancherà mai uno sguardo critico e riflessivo e quando uno dei due mancherà di ispirazione, potrà contare sull’altro.
Avere qualcuno con cui confrontarsi è essenziale per un business sano e proficuo, incrementa la creatività e la capacità di trovare soluzioni anche quando sembra impossibile.

Quanto tempo potrà dedicare?

Un ulteriore elemento è il tempo che il potenziale socio è disposto a dedicare all’azienda.
È corretto condividere il proprio progetto con una persona pronta ad investire lo stesso tempo che investiremo noi, con la stessa energia e passione, dando le giuste priorità.

Un nuovo socio è principalmente un valore aggiunto

Ma veniamo più direttamente a ciò che è più importante: la vostra azienda.

Ovviamente può essere molto utile scegliere il proprio socio sulla base dei suoi contatti e delle “conoscenze” utili al successo della nostra impresa, ma l’errore che fanno molti è prendere tale aspetto in considerazione come valore predominante magari sopravvalutando il peso dei contatti in questione.

La sua preparazione nel segmento, le competenze e le esperienze precostituite saranno una grandissima risorsa.
Non dimenticatelo.

Pertanto, al di là dell’aspetto umano imprescindibile, la qualifica e il background del tuo candidato socio dovranno avere una posizione di rilievo al momento della scelta definitiva.

La risk evaluation

Sempre pensando al benessere del nostro business, il potenziale socio deve assolutamente avere una componente di prudenza e la capacità di valutare accuratamente i rischi.
Scegliere una persona che sappia prendersi le proprie responsabilità e in caso di errore non incolpi gli altri è essenziale.

Ma a tal riguardo un po’ di autoanalisi diventa un passo importante.

Quale componente di rischio state inserendo tra le variabili acquisendo un nuovo socio?
Siete sicuri di non essere voi, in realtà, l’anello debole?

Talvolta si tende a sopravvalutare le proprie capacità, aspettative e il reale costo umano del progetto che si sta mettendo in campo, per poi realizzare il reale impegno necessario solo quando entra in gioco una nuova pedina, magari più consapevole degli impegni necessari rispetto a noi.

Ricordatevi che così come voi state considerando l’idea di un nuovo socio, anche lui sta facendo le stesse valutazioni su di voi.

La degenerazione temporale

Quello che non tutti sanno è che la motivazione nel tempo viene a calare.
È normale che sia così, ma è un fattore che dovete tenere in considerazione.

L’enfasi, la voglia e anche la forza fisica di “fare” andrà scemando nel tempo sia per voi che per i vostri soci.
Nuovi stimoli possono ovviamente rallentare questo processo, ma se una persona da subito mostra questi sintomi è meglio accendere qualche campanello di allarme.

È vero anche che talvolta questo fenomeno porta a “scremare” le persone meno motivate ed efficienti, ma è un processo lento e se sono coinvolte delle quote societarie la cosa ha implicazioni economiche notevoli.

L’aspetto economico

La solidità economica, come si può immaginare, è tutt’altro che secondaria. Il successo di un’impresa dipende fortemente dalla stabilità finanziaria dei proprietari. Pertanto, scegliere di fondare un’azienda insieme a qualcuno che abbia una comprovata possibilità economica rende più semplice il raggiungimento degli obiettivi di business.

In conclusione

Come abbiamo visto individuare un socio in affari è spesso la soluzione migliore per far confluire in un progetto visioni complementari ma allineate, per avere un interlocutore con il quale gestire imprevisti e momenti complessi, oltre al fatto di poter contare su competenze, risorse economiche e professionali aggiuntive.
L’essenziale è fare la giusta scelta, prendendo il tempo necessario per fare riflessioni e, possibilmente, dei piccoli test.

Trovando il socio perfetto, il vostro business trarrà grande giovamento e sarà sicuramente proiettato verso il successo.

Correlati